Dott.ssa Glenda Marafante
"Affilo le unghie.. Isso le vele. Con il vento esaltante del mio cambiamento APPRENDO ME STESSA" Alexia Vescovi

Glenda Marafante – MioDottore.it
 

Ti è mai capitato di sentirti sprofondare, incapace di reagire di fronte a stati d’animo che ti opprimono fino a toglierti il fiato?

La sensazione è implacabile, si sedimenta in tutte le ore della giornata e a volte solo dormire porta sollievo, altre invece non è sufficiente. E poi ti chiedi: “con chi ne parlo? Chi potrà capirmi?”.

Un bagliore in un flusso indistinguibile di malessere che più passa il tempo e più sembra convincerti del fatto che dovrai farci l’abitudine sacrificando una parte di te, la tua parte migliore. Poi un giorno, dove la morsa dell’ANSIA si fa più tenue decidi di aprire internet e ti accorgi di imbatterti in una piazza virtuale paragonabile a una giungla: chiromanti, counselor, psicologi, psichiatri. Così inizi pazientemente a vagliare tutti i tuoi SINTOMI, per cercare di comprendere e sfumare quella nebbia che ti abita.

Proprio qui, in questo mare magnum di informazioni che il più delle volte rischiano solo di confondere, sono finita anch’io.

Ti invito a scoprire di più su di me navigando sul mio sito, per capire se ti cattura qualcosa o preferisci andare oltre. Ricorda che scegliamo sempre quelle persone che sentiamo più simili a noi.

A tal proposito, per darti un piccolo assaggio di come lavoro e di ciò che mi appassiona, vorrei dirti che il mio approccio alla persona si rispecchia nelle parole di Hermann Hesse nel libro: “Il lupo della steppa”. L’autore sottolinea che come corpo ogni uomo è uno, come anima mai. Volendo capire questo fatto, risulta impensabile ridurre la persona ai suoi sintomi e come tali essi rappresentano solo una piccola parte di una superiore unità. 

“L’uomo è una cipolla formata da cento bucce, un tessuto di cento fili”.

Se sceglierai di chiedere una CONSULENZA, potrai dare a questi fili  il tuo personale significato, avviando il progetto di realizzare una vita che ti appartenga davvero.